Traversata Colle di Cadibona - Colle del Melogno


Dal Colle di Cadibona saliamo sulla strada che si stacca sul versante settentrionale del passo, poco prima (spalle al forte ed alla galleria) del piazzale di servizio dell´autostrada (segnavia AV). 
Seguiamo la carrozzabile asfaltata che passa sopra l´autostrada, diventa sterrata e sale fino ad un incrocio in località Rocca d'Orso (km 1,5). 
Qui proseguiamo in salita.
 
Poco dopo un tornante incontriamo un primo bivio dove proseguiamo sulla strada principale che va a destra fino ad un evidente incrocio (km 2,6). 
Lasciamo la strada a destra (variante 6.2) e saliamo a sinistra (segnavia AV).
La strada raggiunge il bivio (km 3,8) nei pressi del Forte Burotto, che si può raggiungere con una breve deviazione a sinistra. 
Proseguiamo sulla strada che continua a salire e si mantiene sul crinale. La salita è moderata, con qualche tratto più ripido.
Lasciamo a sinistra una strada minore e proseguiamo sulla strada principale che sale a raggiungere un bivio (km 6,3).
La strada a destra conduce, in pochi metri, sulla vetta boscosa del monte Baraccone. Noi invece svoltiamo a sinistra seguendo il segnavia AV.
Dopo poche decine di metri inizia la discesa. Il sentiero è piuttosto ripido fino ad una netta svolta a destra dove la discesa prosegue con pendenza maggiore fino ad incrociare il largo sentiero (km 7) dove arriva, da destra, la variante 6.2.
Proseguiamo a sinistra su sentiero largo che, con una ripida discesa, ci porta al Colle del Baraccone (km 7,4). 
Qui incontriamo la strada che sale da Roviasca . In comune con quello proseguiamo a destra sulla larga strada in salita. 
Dopo poco la salita ha termine e raggiungiamo l'incrocio di cinque strade (km 7,9). proseguiamo diritto, in discesa. La strada prosegue con un percorso con moderati saliscendi nel bosco. Il tratto termina con una discesa che ci porta su di un'ampia strada a fondo naturale. 
Siamo a Colla del Termine (km 9,6). Qui si può arrivare più facilmente salendo dalla provinciale Altare/Mallare per la strada carrareccia alla nostra destra.
Proseguiamo in piano sull´ampia strada verso sinistra seguendo il segnavia AV
La strada procede in quota, praticamente senza dislivelli, e la seguiamo anche quando il segnavia AV si allontana a destra. 
Raggiungiamo un bivio (km 13,2) dove la strada principale prosegue verso le Rocche Bianche ormai vicinissime. Saliamo invece a destra con qualche tratto ripido e guadagnando rapidamente quota. 
La strada migliora e continua a salire; incrociamo la strada che sale da Orco, poi la pendenza diminuisce ed infine scendiamo alla larga insellatura prativa della Colla S. Giacomo (km 15,4). 
La costruzione poco sotto al passo offre la possibilità di modesto rifugio. 
Dalla Colla continuiamo a seguire l'ampia carrareccia che avanza a sinistra. La strada è all'inizio pianeggiante, ma poi scende e raggiunge la provinciale che sale da Feglino (km 20,7). 
Proseguiamo in salita sull'asfalto per duecento metri. Abbandoniamo la provinciale  che continua a salire e prendiamo a sinistra una evidente sterrata che scende leggermente ad un guado, sale sulla riva opposta e scende. 
Ad un bivio teniamo la sinistra e continuiamo la discesa che termina all´incrocio con un largo sentiero (km 22,8) che seguiamo a destra, in salita. 
E' la strada seguita dall´itinerario 5 del finalese, utilizzabile in discesa verso Calice; abbiamo perso circa 120 metri di quota. 
Con qualche strappo saliamo ad un incrocio  dove teniamo la destra e saliamo fino alla chiesetta della Madonna della Neve (km 26,4).
La strada prosegue asfaltata fino a raggiungere la statale del Melogno nei pressi della Casa del Mago (km 30; itinerario di discesa per Eze). 
Seguendo la strada asfaltata, per circa 1600 metri, possiamo raggiungere il Colle del Melogno. 
Dislivello: 1090 m. 
Ciclabilità: 100%  
tratto da: http://www.liguriabike.it